Il consorzio fa la forza

Classi di Esposizione Ambientale :
UNI EN 206-1 / UNI 11104



X0 - Assenza di rischio di corrosione o attacco

Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

X0

Per calcestruzzo privo di armatura o inserti metallici: tutte le esposizioni eccetto dove c'è gelo/disgelo, abrasione o attacco chimico. Per calcestruzzo con armatura o inserti metallici: in ambiente molto asciutto

- all'interno di edifici con umidità dell'aria molto bassa

-

15

-

XC - Corrosione indotta da carbonatazione

Nel caso in cui il calcestruzzo contenente armature o inserti metallici sia esposto all'aria ed all'umidità.
Le condizioni di umidità si riferiscono a quelle presenti nel copriferro o nel ricoprimento di inserti metallici, ma in molti casi si può considerare che tali condizioni riflettano quelle dell'ambiente circostante. In questi casi la classificazione dell'ambiente può essere adeguata. Questi può non essere il caso se c'è una barriera fra il calcestruzzo ed il suo ambiente.

Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

XC1

Asciutto o permanentemente bagnato

- all'interno di edifici con bassa umidità relativa.
-costantemente immerso nell'acqua

0,6

30

300

XC2

Bagnato, raramente asciutto

- superfici a contatto con acqua per lungo tempo
- molte fondazioni (terreno non aggressivo)

0,6

30

300

XC3

Umidità moderata

- all'interno di edifici con umidità relativa dell'aria moderata oppure elevata
-esposto all'esterno protetto dalla pioggia

0,55

35

320

XC4

Ciclicamente bagnato ed asciutto

- in esterni con superfici soggette ad alternanze di asciutto ed umido.
- calcestruzzi a vista in ambienti urbani
- superfici a contatto con acqua, non nella classe di esposizione XC2

0,5

40

340

XD - Corrosione indotta da cloruri esclusi quelli provenienti dall'acqua di mare

Qualora il calcestruzzo contenente armature od altri inserti metallici sia soggetto al contatto con acqua contenente cloruri, inclusi i sali antigelo, con origine diversa dall'acqua di mare.

Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

XD1

Umidità moderata

- superfici esposte a nebbia salina o spruzzi di acqua contenenti cloruri

0,55

35

320

XD2

Bagnato, raramente asciutto

-esposto ad acqua industriali contenenti cloruri (totalmente immersi)
- piscine

0,5

40

340

XD3

Ciclicamente bagnato ed asciutto

- elementi strutturali soggetti ad agenti disgelanti od a spruzzi contenenti agenti disgelanti.
- elementi strutturali con una superficie
immersa in acqua contenente cloruri e l’altra esposta all’aria.
-parti di ponti, pavimentazioni e parcheggi per auto

0,45

45

360

XA - Attacco chimico

Qualora il calcestruzzo sia esposto all'attacco chimico che si verifica nel terreno naturale e nell'acqua del terreno.

 
Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

XA1

Ambiente chimico debolmente aggressivo

- contenitori di fanghi
- vasche di decantazione
- contenitori e vasche per acque reflue

0,55

35

320

XA2

Ambiente chimico moderatamente aggressivo

- elementi strutturali o pareti a contatto con terreni aggressivi

0,5

40

340

In presenza di solfati impiegare cemento resistente ai solfati

XA3

Ambiente chimico fortemente aggressivo

- elementi strutturali o pareti a contatto di acque industriali fortemente aggressive
- contenitori di foraggi, mangimi e liquami provenienti dall’allevamento animale
- torri di raffreddamento di fumi e gas di scarico industriali.

0,45

45

360

XF - Attacco dei cicli gelo/disgelo con o senza sali disgelanti

Qualora il calcestruzzo bagnato sia esposto ad un attacco significativo dovuto a cicli di gelo/disgelo.

Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

XF1

Moderata saturazione di acqua, senza impiego di agente antigelo

- superfici verticali esposte alla pioggia ed al gelo (facciate, colonne)
- superfici non verticali e non soggette alla completa saturazione ma esposte al gelo, alla pioggia o all’acqua

0,5

40

320

XF2

Moderata saturazione di acqua, con uso di agente antigelo

- superfici verticali di strutture stradali esposte al gelo e nebbia di agenti antigelo

0,5

30

340

Aerato

XF3

Elevata saturazione di acqua, senza agente antigelo

- superfici orizzontali esposte alla pioggia ed al gelo

0,5

30

340

XF4

Elevata saturazione d'acqua, con agente antigelo oppure acqua di mare

- strade ed impalcati da ponte esposti agli agenti antigelo
- superfici esposte direttamente a nebbia contenente agenti antigelo ed al gelo

0,45

35

360

XS - Corrosione indotta da cloruri presenti nell'acqua di mare

Qualora il calcestruzzo contenente armature od altri inserti metallici sia soggetto al contatto con cloruri presenti nell'acqua di mare oppure con aria che trasporta sali derivanti dall'acqua di mare.

Classe Descrizione dell'ambiente Esempi Massimo rapporto A/C Minima classe di resistenza [N/mm2] Contenuto minimo di cemento [Kg/m3]

XS1

Esposto in nebbia salina (salsedine marina) ma non in contatto diretto con acqua di mare

- strutture prossime oppure sulla costa

0,5

40

340

XS2

Permanentemente sommerso

- sarti di strutture marine

0,45

45

360

XS3

Zone esposte agli spruzzi, alle onde oppure alla marea

- sarti di strutture marine sulla battigia

0,45

45

360

Realizzazione siti web: jservice.com